CAMMINANDO.ORG
VIVERE L’AMBIENTE
TELETIRRENO ON LINE
teletirrenoelba news
Ultimi argomenti
» IL POLPO PALLA
Mar Ago 28, 2012 4:01 pm Da Visir

» 1 marzo 2012: la gita a Montecristo
Mer Mar 07, 2012 1:52 am Da Visir

» Giglio: la tragedia della Concordia e le AMP
Mer Feb 01, 2012 2:55 am Da Visir

» Derattizzazione, sopralluoghi ed altro: ritorno a Montecristo
Ven Gen 27, 2012 12:25 pm Da Visir

» Tirrenia-Toremar:indagine europea sul contributo per le isole italiane
Ven Ott 21, 2011 1:32 pm Da Gimmi Ori

» Progetto unico di smantellamento dell'Elba,parte prima: Sanità
Lun Ott 17, 2011 4:32 pm Da Gimmi Ori

» i successi della Regione Toscana per l'Elba daranno il giusto compenso
Mar Set 13, 2011 11:16 am Da Gimmi Ori

» Perchè il Sindaco ha fatto riempire i depositi e non il gestore Asa?
Lun Ago 15, 2011 6:32 pm Da Gimmi Ori

» CONTINUITA' TERRITORIALE,COSA FA' LA NOSTRA REGIONE PER NOI?
Ven Ago 12, 2011 11:08 pm Da Gimmi Ori

» LebarrierediMarchetti,mala bomba all'Elba è giàscoppiata,manca l'acqua
Ven Ago 12, 2011 7:32 pm Da Gimmi Ori

» Traghetti Elba,Toremar-Moby Onorato,Blunavy Morace,concorrenza?
Gio Ago 11, 2011 12:47 am Da Gimmi Ori

» Divide et impera,acqua all'Elba,ennesimo fallimento Regione Toscana!
Mer Ago 10, 2011 11:10 am Da Gimmi Ori

» Traghetti Elba: l'assistenza ai turisti al porto di Piombino
Mer Ago 03, 2011 3:03 pm Da Gimmi Ori

» Elba, domani 31.07.2011, non c'e posto sulle navi ?
Sab Lug 30, 2011 11:02 pm Da Gimmi Ori

» Alla Procura,Toremar:disposizioni dell'Antitrust frutto di una truffa?
Lun Lug 25, 2011 10:56 am Da Gimmi Ori

» Toremar,Antitrust:l'ennesimo successo della Regione Toscana e dell'APP
Dom Lug 24, 2011 9:34 pm Da Gimmi Ori

» Toremar-Moby: suggellato l'ennesimo successo della Regione Toscana!
Sab Lug 23, 2011 11:06 am Da Gimmi Ori

» CGIL-Sig.Salza,Monopolio Toremar-Moby e i rischi per i lavoratori
Mar Lug 19, 2011 3:11 pm Da Gimmi Ori

» Toremar: al Tar "sembra", tutto come previsto e torna l'Oglasa ....
Ven Lug 15, 2011 3:42 pm Da Gimmi Ori

» Toremar,esaltata la sinergia messa in campo dalla Regione,caroCeccobao
Gio Lug 14, 2011 3:20 pm Da Gimmi Ori

Giugno 2017
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Calendario Calendario

ELBA METEO
YOU TUBE
WIKIPEDIA
Sondaggio
counter

Enrico Cioni e le "zone umide"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Enrico Cioni e le "zone umide"

Messaggio  Epicuro il Ven Dic 26, 2008 3:07 pm

da Camminando.com, 28.08.2007

I SINISTRI, I DESTRI E LE ZONE UMIDE

I primi movimenti ambientalisti nacquero spontaneamente molti anni fa su problemi locali gravi oppure intorno a temi internazionali seri quali inquinamento nucleare, sfruttamento senza regole di mari e foreste ed altre nefandezze simili.
Questi movimenti ebbero il sostegno di organizzazioni, enti e persone di ogni estrazione sociale e politica e prosperarono proprio nelle democrazie occidentali e non certo nei paesi socialisti. Non perché questi ultimi non inquinavano, anzi tutt’altro, ma per i motivi noti a tutti.
Nel giro di alcuni decenni i grandi e nobili temi internazionali si sono via via ridotti a miseri divieti (però imposti con grande solennità e competenza scientifica) di raccogliere lampade e lumache.
Questo è successo quando un’esigua minoranza di sinistri verdi, quelli peggiori, si sono appropriati, fondandoci anche un partito, di concetti ambientali che appartengono e che sono comuni a tutte le persone di buon senso, indipendentemente dall’idea politica.
Quindi con un’operazione mediatica da professionisti, come solo certi sinistri sanno fare, tramite pseudo associazioni ambientaliste, altri partiti più o meno consapevoli e la stampa schierata, hanno inculcato nelle persone più semplici che aria pulita è sinonimo di sinistra e mare inquinato è sinonimo di destra.
Non c’è che dire, in queste cose i sinistri sono più bravi dei destri. Lo dimostra il fatto che da anni, con le stesse bugie e le stesse utopie, continuano a gestire ogni potere.
I politici destri, che è più appropriato definire mal-destri, non si sono neppure accorti di aver perduto un’opportunità politica.
Per di più, in tema di ambiente, si trovano sempre costretti loro malgrado a difendersi anche da colpe che non hanno.
Solitamente i politici destri, salvo rare eccezioni, sono poco capaci. Questa a mio modo di vedere, per un politico, è la colpa più grande.
E’ notorio che io non sia simpatizzante di “certa” sinistra verde e proprio per questo non posso perdonare ai politici mal-destri di aver lasciato in mano a questi sinistri tutta la questione ambientale che, ahimè, ricomprende anche la gestione delle “zone umide”. Loro, i sinistri verdi, si danno un gran da fare per limitarne la fruizione sebbene tutti sanno che le “zone umide” meno si frequentano e più si asciugano. Con grave nocumento per gli uccelli.
Io invece sono sempre stato attratto dalle “zone umide”, fin da ragazzo. Adesso, che ho superato i 50 anni, le apprezzo molto più di prima, tant’è che più sono umide, più mi piacciono e più ci rimango.
Se in un prossimo futuro, per poter frequentare le “zone umide” fossi costretto a prendere la tessera di Legambiente, avrei sì un grande travaglio interiore, ma poi ne prenderei due. Meglio averne una di riserva.

Enrico Cioni
avatar
Epicuro

Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 16.08.08
Località : Segagnana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Enrico Cioni e le "zone umide"

Messaggio  Epicuro il Ven Dic 26, 2008 3:11 pm

... poche ore dopo...

Ho la sensazione che il mio intervento sulle "zone umide", scritto fra il serio (all'inizio) e il faceto (alla fine), non sia stato capito da tutti. Possibile che siete tutti cosi avanti con gli anni da non ricordare più certe "zone umide"? Eppure alcune statistiche dicono che in genere si pensa alle "zone umide" ogni 22 secondi. E poi adesso, anche a non volere , basta guardarsi intorno e si vedono "zone umide" da ogni parte. E che popò di zone umide! Conservarle come dicono i verdi sarebbe un gran peccato.

Enrico Cioni
avatar
Epicuro

Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 16.08.08
Località : Segagnana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Enrico Cioni e le "zone umide"

Messaggio  Epicuro il Ven Dic 26, 2008 9:27 pm

..lo stesso articolo era uscito, lo stesso giorno, anche su TEnews, con un titolo ancor più esplicativo:
"I POLITICI MAL-DESTRI, QUELLI SINISTRI E L'AMBIENTE"

Anche Elbareport riporta lo stesso "pezzo" del Cioni, ma con un inciso iniziale assai poco decifrabile:

Esimio Direttore,
Non le nascondo che sono tentato dal farmi un sito più o meno come il suo per il mio diletto e per metterlo a disposizione degli amici.
Tuttavia, finchè potrò ritenermi ospite gradito in altri siti... ne approfitterò volentieri.
Enrico Cioni


L'articolo viene pubblicato, grossomodo, tagliato di netto a metà: da "I primi movimenti ambientalisti... fino a "colpe che non hanno." Con un commento di Sergio Rossi che verte esclusivamente sulla frase del Cioni "sono tentato dal farmi un sito più o meno come il suo", e non tratta delle famose "zone umide".
Se a qualcuno interessa (decimo articolo):
http://www.elbareport.it/tuttogiornalearretrato.aspx?numero=1513

L'unica considerazione nel merito viene sintetizzata così: "e se dovessimo mentalmente cassare le parti che non condividiamo ci resterebbe (forse) la punteggiatura."

Questo "taglio", e la risposta di Sergio, scatenano una colorita rissa verbale:
Rossi addebita il taglio suddetto ad un puro errore di trascrizione, in assoluta buona fede.
Ripubblica il testo integrale, e parte una terribile bagarre, della quale riportiamo solo la parte che ci interessa, e cioè un commento "in tema":

Dice Sergio Rossi: "Quanto poi all’acquisto di due tessere di Legambiente, vorremmo rassicurarla che non dovrà impegnare neanche la minima parte delle sue cospicue risorse.
Sa Cioni, Legambiente non si compra né a tessere, né a quote, né ad azioni, tantomeno a persone. La tessera di Legambiente occorre meritarsela oltreché pagarla; a lei, creda, non ne concederanno mai neppure mezza. Non tutto si compra a questo mondo. Incredibile, vero?"

La schermaglia, tanto dura quanto divertente (se vista dall'esterno) si chiude, su Elbareport, il primo di settembre, con una durissima replica finale del Cioni, che Rossi pubblica integralmente, titolando "Lettera dal nulla", accompagnata da un simbolico riquadro nero pece, e alla quale risponde con un definitivo e inappellabile:
"Non si merita un rigo di replica, lascio a chi legge giudicare che razza di persona lei abbia dimostrato di essere."

Amen.

Se qualcuno vuole rileggersi il carteggio completo, oltre al link soprariportato:
http://www.elbareport.it/tuttogiornalearretrato.aspx?numero=1514
http://www.elbareport.it/tuttogiornalearretrato.aspx?numero=1517
avatar
Epicuro

Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 16.08.08
Località : Segagnana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Enrico Cioni e le "zone umide"

Messaggio  Epicuro il Ven Dic 26, 2008 10:06 pm

.. e da allora, nacque il neologismo "zone umide", che spesso e volentieri si ripeterà nei blog e in altri isolani luoghi....

Riguardo allo scozzo di cui sopra, fra i parecchi interventi su Camminando (segnalo Elba 2000, il 30.08.2007)... non potevano mancare i commenti di Epicuro... Cool

Da quello pubblicato il 1 settembre, in cui curiosamente si dicono le stesse identiche cose che tanto han fatto incazzare Rossi ancora pochi giorni fa, riporto solo la barzelletta finale:
"pronto il nome per il nuovo Giornale del Cioni:
L'ECO DELLE ZONE UMIDE
... e a tale proposito..
Dottore, dottore! dicono che ce l'ho larga come una caverna... via, faccia vedere... Porca miseria!.. eria.. eria.. eria..
Razz Razz

Appena uscito il pezzo del Cioni, invece, avevo così commentato:
"La disquisizione del Sig. Cioni, sull'appropriazione indebita da parte di una certa sinistra, perdipiù ormai classificabile come "estrema" sinistra, dell'esclusiva sulla protezione dell'ambiente, è indiscutibile. Che poi la destra si sia rivelata alquanto mal-destra, è altrettanto inequivocabile. (...)
e proseguivo: "Così come la vicenda Pianosa-Legambiente-Horcamyseria..."

...ma questa è un'altra storia....

avatar
Epicuro

Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 16.08.08
Località : Segagnana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Enrico Cioni e le "zone umide"

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum