CAMMINANDO.ORG
VIVERE L’AMBIENTE
TELETIRRENO ON LINE
teletirrenoelba news
Ultimi argomenti
» IL POLPO PALLA
Mar Ago 28, 2012 4:01 pm Da Visir

» 1 marzo 2012: la gita a Montecristo
Mer Mar 07, 2012 1:52 am Da Visir

» Giglio: la tragedia della Concordia e le AMP
Mer Feb 01, 2012 2:55 am Da Visir

» Derattizzazione, sopralluoghi ed altro: ritorno a Montecristo
Ven Gen 27, 2012 12:25 pm Da Visir

» Tirrenia-Toremar:indagine europea sul contributo per le isole italiane
Ven Ott 21, 2011 1:32 pm Da Gimmi Ori

» Progetto unico di smantellamento dell'Elba,parte prima: Sanità
Lun Ott 17, 2011 4:32 pm Da Gimmi Ori

» i successi della Regione Toscana per l'Elba daranno il giusto compenso
Mar Set 13, 2011 11:16 am Da Gimmi Ori

» Perchè il Sindaco ha fatto riempire i depositi e non il gestore Asa?
Lun Ago 15, 2011 6:32 pm Da Gimmi Ori

» CONTINUITA' TERRITORIALE,COSA FA' LA NOSTRA REGIONE PER NOI?
Ven Ago 12, 2011 11:08 pm Da Gimmi Ori

» LebarrierediMarchetti,mala bomba all'Elba è giàscoppiata,manca l'acqua
Ven Ago 12, 2011 7:32 pm Da Gimmi Ori

» Traghetti Elba,Toremar-Moby Onorato,Blunavy Morace,concorrenza?
Gio Ago 11, 2011 12:47 am Da Gimmi Ori

» Divide et impera,acqua all'Elba,ennesimo fallimento Regione Toscana!
Mer Ago 10, 2011 11:10 am Da Gimmi Ori

» Traghetti Elba: l'assistenza ai turisti al porto di Piombino
Mer Ago 03, 2011 3:03 pm Da Gimmi Ori

» Elba, domani 31.07.2011, non c'e posto sulle navi ?
Sab Lug 30, 2011 11:02 pm Da Gimmi Ori

» Alla Procura,Toremar:disposizioni dell'Antitrust frutto di una truffa?
Lun Lug 25, 2011 10:56 am Da Gimmi Ori

» Toremar,Antitrust:l'ennesimo successo della Regione Toscana e dell'APP
Dom Lug 24, 2011 9:34 pm Da Gimmi Ori

» Toremar-Moby: suggellato l'ennesimo successo della Regione Toscana!
Sab Lug 23, 2011 11:06 am Da Gimmi Ori

» CGIL-Sig.Salza,Monopolio Toremar-Moby e i rischi per i lavoratori
Mar Lug 19, 2011 3:11 pm Da Gimmi Ori

» Toremar: al Tar "sembra", tutto come previsto e torna l'Oglasa ....
Ven Lug 15, 2011 3:42 pm Da Gimmi Ori

» Toremar,esaltata la sinergia messa in campo dalla Regione,caroCeccobao
Gio Lug 14, 2011 3:20 pm Da Gimmi Ori

Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Calendario Calendario

ELBA METEO
YOU TUBE
WIKIPEDIA
Sondaggio
counter

"turismo di qualità" e "destagionalizzazione": slogan vuoti?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

"turismo di qualità" e "destagionalizzazione": slogan vuoti?

Messaggio  Epicuro il Mer Ago 04, 2010 12:30 pm

da www.elbanotizie.it
http://www.elbanotizie.it/articolo.asp?key=853

lunedì 2 agosto 2010
TURISMO DI QUALITA’” E “ DESTAGIONALIZZAZIONE” DUE SLOGANS VUOTI

La crisi fa emergere vecchi slogan di cui si parla da oltre 30 anni: “turismo di qualità” e “destagionalizzazione”.
Li ha presentatei l’Assessore al Turismo Provinciale Paolo Pacini, come ricette per risolvere la crisi che ha investito, in modo drammatico, l’industria turistica elbana.
(...) Chiunque mastica, invece, di turismo sa che la” destagionalizzazione”, come obiettivo concreto da raggiungere, semplicemente non esiste . Esiste solo come sogno legittimo, ma irraggiungibile. Come l’immortalità o l’eterna giovinezza. (....)

L'unico modo per destagionalizzare (....) sarebbe quello di abolire le stagioni e superare l'ingiusto accumulo di temperature in alcuni mesi dell'anno (sempre gli stessi) ridistribuendole equamente nei dodici mesi. Ma la distribuzione in modo equo e solidale della temperatura a tutti mesi,secondo un elementare principio di giustizia, è più difficile della stessa distribuzione della ricchezza tra gli uomini, perché trova limiti insormontabili. (....)

Allora facciamone una ragione una volta per tutte. Se non è possibile abolire le stagioni è possibile allungare la stagione turistica. Ma è un problema complesso che non essere affrontato con slogans ad effetto.

E veniamo al turismo di qualità. Il concetto è chiaro: il povero con il figlio è più dannoso e rende meno di un ricco con la ganza, che comunque porta quattrini. Il povero, poi, è anche cafone: mangia pizza e panini e riempie le strade di cartacce e lattine e piscia nelle siepi. Questo turista proletario e straccione ("lumpen" direbbe Marx) dovrebbe andare a Rimini, insieme ai suoi simili. Dall'Elba dovrebbe essere sradicato come i cinghiali e i mufloni.

Che dire ? Anche se non consideriamo l’idea razzista dalla quale nasce questa scelta e consideriamo cinicamente gli interessi degli elbani, possiamo dire, senza tema di esser smentiti che mirare solo ai turisti ricchi escludendo i poveri, sarebbe una altro sogno irrealizzabile. Semplicemente perché nessuno può impedire ad una famiglia povera di portare i figli al mare affittandosi uno dei migliaia di appartamenti privati che vengono offerti a prezzi accettabili.

Ma oltre ad essere un sogno razzista e anche un gigantesca boiata perché , qualora si imponesse a tutti gli italiani poveri una banda gialla al braccio in moda da bloccarli a Piombino, gli alberghi di lusso non ne ricaverebbero vantaggio ma l’economia dell’Isola ne sarebbe danneggiata.

Anche questa è una vecchia questione, ma coloro che hanno un minimo di preparazione in questo campo sanno che all’Elba, per le stesse caratteristiche dell’isola, possono conviver il turismo di povero e il turismo di ricco.

Solo che i politici non lo sanno. Ma se non conoscono i problemi come fanno a risolverli?


GIOVANNI MUTI, IL "MONELLO".

avatar
Epicuro

Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 16.08.08
Località : Segagnana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: "turismo di qualità" e "destagionalizzazione": slogan vuoti?

Messaggio  Epicuro il Mer Ago 04, 2010 12:47 pm

Alcuni commenti da Camminando:

E7G: "È proprio la gente che ragiona come lei Elbanotizie a creare i problemi. In montagna la gente ci va in tutte le stagioni, lo stesso può tranquillamente valere anche per la nostra isola (e arcipelago). Ovviamente i numeri non possono essere gli stessi dell'estate ma è stupido pensare che qualcosa di ovvio e tranquillo, come il poter accogliere chi vuole venire qui a gennaio sia un'utopia. Forse lei pensa che sia normale che si lavori per un mese l'anno, io no."

Risposta di Giovanni Muti:
"Guardi che accogliere qualcuno qui a Gennaio non è un utopia perché già avviene. Ci sono persone che arrivano all’Elba in ogni periodo dell’anno e che vengono accolti da qualche albergo che rimane aperto. Ma essendo pochi, il 95 % delle strutture è costretta a chiudere. Questo si verifica perché all’Elba ci si viene, soprattutto, per andare al mare. E’ bene chiarire un punto: un albergo che lavora non è il risultato di un atto di volontà di chi lo dirige, o del rispetto di una regola morale ( è più giusto lavorare 12 mesi che 3 ) , ma è una imposizione dalla legge di mercato: se non ci sono clienti l’albergo chiude.
Si pone quindi il problema di come convincere i turisti a venire al mare in inverno. Negli ultimi 30 anni nessuno, fra i centinai a di albergatori dell’Elba ha mai fatto un tentativo. E’ facile immaginare perché . Questo per quanto riguarda la “destagionalizzazione.”
Discorso diverso per l’”allungamento della stagione”. Questo è possibile perché è già stato fatto , e con successo. Come molti albergatori dell’Elba sanno, l’agenzia per la quale ho lavorato per oltre venti anni lanciò un programma per le comitive diretto a tutte agenzie turistiche. Ma anche ad ogni tipo di associazione, alle scuole, ai sindacati. E questo in tutti i paesi europei. Si trattava di “pacchetti “ per la bassa stagione. L’iniziative ebbe un grande successo. E anche duraturo se il flusso di autobus continua ancora oggi. La ricetta era la seguente: prezzi molto competitivi( stracciati potremmo dire ) per un prodotto di altissima qualità. I clienti venivano incontrati a Piombino e poi alloggiati nei migliori alberghi dell’Elba. Qualche nome: Hotel International , Hotel del Golfo , Hotel Hermitage, Hotel Biodola . Cioè i migliori alberghi dell’Elba. Si trattò del primo tentativo riuscito ( e rimasto anche l’ultimo) di allungamento reale della stagione.


---------------------------------------------------------

DANTE: "Rimango veramente basito nel leggere il post riportato da Elbanotizie. E’ una accozzaglia così sconclusionata di concetti (in toscana li chiamiamo bischerate) che mi viene il dubbio che alla fine sia una semplice zingarata goliardica. Comunque si tratta un energumeno anonimo che sparla a briglia sciolta. (ndr: Giovanni Muti non mi risulta né energumeno né anonimo... Very Happy )
Dal momento che c’è il rischio che qualche lettore sprovveduto prenda per oro colato quei concetti, mi sento in obbligo di rispondere seriamente.

La “destagionalizzazione” è un concetto statistico che si applica a serie storiche su dati economici mensili per “depurarli” dagli effetti stagionali; utilizzare questo concetto per il fenomeno turistico è letteralmente un controsenso, perché il turismo per sua natura è soprattutto stagionale.

Più corretto è il concetto di “allargare” la stagione turistica; cioè come passare per es. dalle attuali 8-10 settimane elbane alle oramai consolidate 20 settimane di altre zone della Toscana. Nel Chianti si sta cercando alacremente anche di riempire le settimane di bassa stagione (da novembre a marzo) fornendo nelle strutture servizi innovativi come aree Wellness (centri benessere) e aree Fitness (palestre); direi di più: molte strutture stanno perdendo clienti proprio per l’assenza di questi servizi integrativi anche per periodi di media-alta stagione.
A pensare che la stagione climatica all’Elba è molto più favorevole rispetto alle altre zone toscane; parafrasando un vecchio detto mi verrebbe voglia di dire che “non di solo mare vivrebbe il turista all’Elba”.

Turismo di qualità. Nel caso dell’Elba non si tratta di voler escludere certe categorie di turisti, ma prendere atto che questa selezione “naturale” la stanno già facendo attualmente le tariffe marittime tra la costa e la nostra isola.
Inoltre non è affatto detto che migliorando la qualità mediante servizi a valore aggiunto, quest’ultimi debbano scaricarsi “tout court” in maggiori costi per l’utenza; i servizi a valore aggiunto servono per essere più appetibili all’utenza. Le sopracitate aree Wellness e Fitness ne sono un esempio.

Infine Internet. Sta diventando la chiave di volta nel settore turistico per due fattori: il raggiungimento di un mercato mondiale (centinaia di milioni di utenti potenziali) e la disintermediazione del settore con notevoli risparmi per gli operatori.
Internet rappresenta una vera e propria “killer application” in questo settore strategico non solo per la nostra isola.


Risposta di Giovanni Muti:
"Guardi Dante , che la destagiolizzalione di serie storiche di cui ci si occupa in statistica ( vedi per per es, commissione scientifica istituita dall’ ISTAT nel 1997) non ha nulla a che vedere con la” destagionalizzazione” di cui parlano i politici quando parlano di turismo. Loro sostengono che bisognerebbe spalmare le presenze nel corso dei dodici mesi. La statistica non c’entra nulla.
Adesso vediamo, con calma che cosa ci divide.
“Destagionalizzazione”
Lei dice che “ utilizzare questo concetto per il fenomeno turistico è letteralmente un controsenso, perché il turismo per sua natura è soprattutto stagionale”
Io dico che la” destagionalizzazione”, come obiettivo concreto da raggiungere, semplicemente non esiste. Esiste solo come sogno legittimo, ma irraggiungibile. Come l’immortalità o l’eterna giovinezza. Proporla come una ricetta è una boiata, ma che fa tenerezza.
“Allungamento della stagione”
Lei dice : “ Più corretto è il concetto di “allargare” la stagione turistica; cioè come passare per es. dalle attuali 8-10 settimane elbane alle oramai consolidate 20 settimane di altre zone della Toscana”.
io dico “ Se non è possibile abolire le stagioni è possibile allungare la stagione turistica. Ma è un problema complesso che non può essere affrontato con slogans ad effetto. In altre parole siamo d’accordo su tutto .
Però adesso abbiamo un problema perché lei definisce questi concetti come “un’accozzaglia sconclusionata”. Anzi, a pensarci bene il problema è suo perché definisce bischerate concetti che lei stesso condivide.
Cosa può essere successo? E’ difficile dirlo. Ma una cosa appare chiara: o lei non ha capito cosa ha letto o non ha capito cosa ha scritto. Io, al suo posto, non mi preoccuperei più di tanto. In genere si tratta di forme leggere. Un po’ di riposo, qualche lettura rilassante e tutto dovrebbe tornare nella norma. Non si abbatta."

avatar
Epicuro

Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 16.08.08
Località : Segagnana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: "turismo di qualità" e "destagionalizzazione": slogan vuoti?

Messaggio  Epicuro il Mer Ago 04, 2010 12:49 pm

Sempre da Camminando:

Renato de' Michieli Vitturi: "Non sono affatto d'accordo con il monello sul fatto che non si possa destagionalizzare.
Il portare come prova di quello che non si può fare per il futuro ciò che non è stato mai fatto nel passato è una cosa a dir poco assurda. Lo è in generale, figuriamoci nel nostro caso in cui le scelte del passato, alla luce dei risultati di adesso, appaiono sicuramente quanto meno poco lungimiranti.
Se è vero, e lo sottoscrivo pienamente, quello che disse l'amministratore di ElbaFLy Furio, che la chimera di un'idea sublime ha sino ad oggi tenuto tutti fermi ai blocchi di partenza, è altrettanto vero che non si rimedia alla crisi attuale con piccoli aggiustamenti di rotta, o con una lieve pressione sull'acceleratore: il resto del mondo cammina ormai il doppio di noi e noi, che abbiamo perso strada, dobbiamo andare tre volte più veloce se vogliamo raggiungerli e poi tenere il passo.
E allora il dire: no non si può fare perché non si è mai fatto, e non si è mai fatto perché se si provava tanto non si riusciva, è un ragionamento che a breve ci porterà a chiudere i battenti perché altrove invece tutti fanno oggi quello che era impossibile ieri, e faranno domani quello che sembra impossibile oggi.
E allora dovremmo accorgerci non solo e non tanto, ad esempio, che la montagna vende tanto d'estate quanto d'inverno, ma anche che in montagna d'estate l'alta stagione è cara quanto d'inverno, ed è pure più cara del mare!!!
Se ancora pensiamo che sia solo e soprattuto il mare che attira i turisti, siamo davvero fuori tempo: provate a guardare i servizi giornalistici (io vedo quelli dell'edizione serale del TG5) sulle località balneari; vi accorgerete che il mare passa assolutamente in secondo piano rispetto a tutto il contorno (servizi, eventi, "movida", ecc..), addirittura quasi del mare non si parla.
Ma le avete viste le isola greche? Bellezze naturali???
Ma se sembrano un paesaggio lunare, o da inferno dantesco: non un albero, nemmeno un cespuglio, il nulla ma con un sacco di turisti che portano soldi e benessere.
Noi d'inverno possiamo contare su un clima gradevole ed un territorio bellissimo e vario alla portata di tutti; si tratta solo di fare un deciso passo in avanti sul fronte dei servizi e dell'offerta di svago, con una seria programmazione ed un'adeguata promozione.
Se gli alberghi stanno chiusi d'inverno non è perché non ci sono clienti; è perché non si sono mai individuate forme di gestione flessibile in grado di adeguare offerta e costi al naturale andamento non lineare della domanda; ed anche, molto banalmente, perché la maggior parte delle strutture non ha il riscaldamento.
Io credo, per chiudere, che forse sarebbe il caso di smettrerla di guardare indietro, e forse sarebbe anche il caso che qualche protagonista della lunga fase di declino in cui ancora siamo immersi, invece che riunirsi in tavole rotonde per definire ricette anticrisi, capisse che è l'ora di passare il testimone a chi ha un po' più di sprint.


ndr: al momento, non c'è ancora risposta dal Monello: se e quando uscirà, sarà nostra premura riportarla.. Cool
avatar
Epicuro

Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 16.08.08
Località : Segagnana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La stagione turistica all'Elba e il prossimo futuro , che è già qui !

Messaggio  Gimmi Ori il Mer Ago 04, 2010 6:35 pm

Siccome sono uno di quei poverini che mandano avanti la baracca tirando la carretta tutto l'anno , do' anch'io il mio modesto contributo senza filosofia , ma in pratica .

Negli ultimi 15 anni , a partire dal 1996 , c'e' stato un incremento dei turisti e un allungamento della stagione dai 7 mesi , dal 01 aprile al 31 ottobre , anche agli altri mesi rimanenti dell'anno , ma poi dal 2003 in bassa stagione abbiamo invertito la tendenza per vari motivi :

la carenza di strutture e alternative che possano allietare la presenza dei turisti anche in inverno ,

la crisi economica iniziata con il caro-euro con la riduzione dei periodi di vacanza ,

e ultimo ma non ultimo il caro , anzi carissimo traghetto ( la prima causa di rinuncia all'Elba ) .

Ormai per il prossimo futuro , che è già qui , a parte rari casi , le eccezioni che confermano la regola , ci sara' un'alta stagione di 2 settimane a ferragosto , e poi un po' di media stagione di luglio e inizio agosto e fine agosto e giugno e settembre bassa stagione .

Dal 01 ottobre al 31 maggio chi puo' , puo' andaresene in vacanza dove fanno il turismo anche tutto l'anno .

Prima c'era un'alta stagione dal 15 giugno al 15 settembre , arrivata nel 2003 dal 01 giugno al 30 settembre , ormai alta stagione dal 07 al 21 agosto .

Gimmi Ori

Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 26.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: "turismo di qualità" e "destagionalizzazione": slogan vuoti?

Messaggio  Visir il Mer Ago 04, 2010 9:25 pm

L'analisi di Gimmi è impeccabile. Peraltro, e mi spiace che amici come Renato, E7g o Dante abbiano forse travisato il discorso, concordo in pieno, purtroppo, con Giovanni Muti.

E' indispensabile prendere coscienza della differenza fra utopie, magari bellissime, e cose realizzabili nei fatti e in breve tempo.
Il prezzo folle dei traghetti è la prima causa del calo, specie in bassa stagione e nei w/e: ovvio, più il prezzo finale è basso, più corto è il periodo, più alta è l'incidenza.
Ma la causa più importante è la tremenda concorrenza, italiana ed estera.
Ormai tutti hanno realizzato migliaia di posti letto, ovunque... e spesso, dove il personale è pagato da un ventesimo ad un terzo di quanto costa a noi, le tasse sono ridotte all'osso, la burocrazia non esiste o quasi, è evidente che si possano offrire servizi efficienti a prezzi tali da consentire che perfino un volo aereo non incida più di tanto.

Come reagire? Io, personalmente, ho semplicemente chiuso l'albergo, limitandomi a 4 mesi.
Pago gli indispensabili capi servizio per 6, ho 7/8 dipendenti a tempo indeterminato con i quali realizzo il maggior numero possibile di lavori di manutenzione in economia..
Ma credo che già dall'anno prossimo non sarò più in grado di reggere economicamente.

L'acquario, finora, l'ho considerato come "servizio socialmente utile": mai preso un centesimo di sovvenzioni, sempre tenuto aperto TUTTI I SANTI GIORNI, dal 20 marzo al 4 novembre. Per gli Elbani (le scuole dell'Elba entrano gratis), ma soprattutto per fornire, come dice Gimmi, "una struttura che possa allietare la presenza dei turisti".
Come e peggio che per l'albergo, probabilmente la festa dovrà finire.
5.000 euro al mese solo di corrente elettrica... quando l'acquario è chiuso...
L'anno scorso l'enel mi è aumentata del 36%, a fronte di un incremento dei consumi del 5%. Però, ci raccontano che l'inflazione è al 2%.

Negli anni in cui si guadagnava, anche bene, (1999-2003) ho pagato montagne di tasse e reinvestito sul territorio e nell'azienda tutti gli utili. Poi ho cercato di reggere il colpo, di difendere l'occupazione, di tirare avanti sperando in tempi migliori.

Ora, probabilmente, è giunta l'ora della resa.

_________________
Che cosa c'é da aspettarsi da chi come me non sa adeguarsi a sette, mafiette, etichette? Mi piace sapermi diverso, piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi, nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi. Godo se penso all'amaro che mastica chi pronostica la fine della mia vitalità..
avatar
Visir
Admin

Messaggi : 323
Data d'iscrizione : 31.07.08
Età : 53
Località : Marina di Campo

Vedi il profilo dell'utente http://laltroparco.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

C'era una volta il turismo all'isola d'Elba

Messaggio  Gimmi Ori il Mar Ago 10, 2010 3:59 pm

da camminando

Last minute 08.08.2010
Messaggio 17291 del 08.08.2010, 20:46
Provenienza: C'era una volta l'isola d'Elba

- 14/8-28/8, Disponiamo di un appartamento da 2 posti letto. (Biglietto Traghetto ?. 70.00 A/R auto e 2 persone) - 22/8 in poi nella nostra (con piscina) disponiamo di Bilo e trilocali Per soggiorni di almeno una settimana traghetto incluso nel prezzo dell'appartamento-

Cogli l'attimo! Per prenotazioni per il mese di agosto effettuate entro il 13/8, sconti fino al 45%!
Offerta fino al 21 agosto: 10% di sconto per appartamenti in un parco con piscine e spiaggia privata.
Offerta agosto all'Isola d'Elba: fino al 21 agosto 10% di sconto in hotel 4 stelle con spiaggia privata, piscine, in un parco .
Hotel 4 stelle con piscina sulla spiaggia di Marina di Campo a metri dal centro paese: offerte last minute per camere vista mare laterale e camere standard. Disponibilità limitata, contatti diretti.
Hotel 4 stelle con centro benessere, piscina, mountain bikes, tennis e idromassaggio gratuiti. Offerte imperdibili su richiesta diretta o prenotando on line sul nostro sito ufficiale

LAST MINUTE 2 CAMERE COMUNICANTI (4/5 PERSONE) DAL 05/08 AL 21/08 SCONTO 10% MINIMO 4 NOTTI.(ARIA CONDIZIONATA INCLUSA NEL PREZZO) 1 CAMERA X FAMIGLIA DAL 09/08 AL 19/08 CON 15% SCONTO

last minute 10.08.2010
Marina di Campo Ultimi bellissimi appartamenti super scontati anche in centro con posto auto ,
Procchio - diponibili bellissimi bilocali a prezzi scontati

Gimmi Ori

Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 26.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Turismo , tocca al last minute salvare la stagione ( tenews )

Messaggio  Gimmi Ori il Gio Set 02, 2010 9:51 pm


Gimmi Ori

Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 26.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: "turismo di qualità" e "destagionalizzazione": slogan vuoti?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum