CAMMINANDO.ORG
VIVERE L’AMBIENTE
TELETIRRENO ON LINE
teletirrenoelba news
Ultimi argomenti
» IL POLPO PALLA
Mar Ago 28, 2012 4:01 pm Da Visir

» 1 marzo 2012: la gita a Montecristo
Mer Mar 07, 2012 1:52 am Da Visir

» Giglio: la tragedia della Concordia e le AMP
Mer Feb 01, 2012 2:55 am Da Visir

» Derattizzazione, sopralluoghi ed altro: ritorno a Montecristo
Ven Gen 27, 2012 12:25 pm Da Visir

» Tirrenia-Toremar:indagine europea sul contributo per le isole italiane
Ven Ott 21, 2011 1:32 pm Da Gimmi Ori

» Progetto unico di smantellamento dell'Elba,parte prima: Sanità
Lun Ott 17, 2011 4:32 pm Da Gimmi Ori

» i successi della Regione Toscana per l'Elba daranno il giusto compenso
Mar Set 13, 2011 11:16 am Da Gimmi Ori

» Perchè il Sindaco ha fatto riempire i depositi e non il gestore Asa?
Lun Ago 15, 2011 6:32 pm Da Gimmi Ori

» CONTINUITA' TERRITORIALE,COSA FA' LA NOSTRA REGIONE PER NOI?
Ven Ago 12, 2011 11:08 pm Da Gimmi Ori

» LebarrierediMarchetti,mala bomba all'Elba è giàscoppiata,manca l'acqua
Ven Ago 12, 2011 7:32 pm Da Gimmi Ori

» Traghetti Elba,Toremar-Moby Onorato,Blunavy Morace,concorrenza?
Gio Ago 11, 2011 12:47 am Da Gimmi Ori

» Divide et impera,acqua all'Elba,ennesimo fallimento Regione Toscana!
Mer Ago 10, 2011 11:10 am Da Gimmi Ori

» Traghetti Elba: l'assistenza ai turisti al porto di Piombino
Mer Ago 03, 2011 3:03 pm Da Gimmi Ori

» Elba, domani 31.07.2011, non c'e posto sulle navi ?
Sab Lug 30, 2011 11:02 pm Da Gimmi Ori

» Alla Procura,Toremar:disposizioni dell'Antitrust frutto di una truffa?
Lun Lug 25, 2011 10:56 am Da Gimmi Ori

» Toremar,Antitrust:l'ennesimo successo della Regione Toscana e dell'APP
Dom Lug 24, 2011 9:34 pm Da Gimmi Ori

» Toremar-Moby: suggellato l'ennesimo successo della Regione Toscana!
Sab Lug 23, 2011 11:06 am Da Gimmi Ori

» CGIL-Sig.Salza,Monopolio Toremar-Moby e i rischi per i lavoratori
Mar Lug 19, 2011 3:11 pm Da Gimmi Ori

» Toremar: al Tar "sembra", tutto come previsto e torna l'Oglasa ....
Ven Lug 15, 2011 3:42 pm Da Gimmi Ori

» Toremar,esaltata la sinergia messa in campo dalla Regione,caroCeccobao
Gio Lug 14, 2011 3:20 pm Da Gimmi Ori

Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Calendario Calendario

ELBA METEO
YOU TUBE
WIKIPEDIA
Sondaggio
counter

Proprietà di Toremar con il "nolo a scafo vestito",Presidente Rossi ?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Proprietà di Toremar con il "nolo a scafo vestito",Presidente Rossi ?

Messaggio  Gimmi Ori il Mar Ago 10, 2010 7:33 pm

martedì 10 agosto 2010

Perche' la Regione Toscana non mantiene la proprieta' di Toremar con il " nolo a scafo vestito " e ottimizzando le linee arrivare a uno sconto ( con contributo ) del 50 % degli attuali prezzi Toremar , altrimenti 30% ( senza contributo ) per residenti e turisti ?

Da http://www.camminando.org/

Florio Pacini

Messaggio 17362 del 10.08.2010, 17:22

Provenienza: Italia dei Valori

Isola d’Elba

E venne il tempo:
Nel leggere gli interventi di questi ultimi giorni sui Traghetti, ci viene spontaneo domandarci:

ma di cosa stanno parlando? Come funziona un armamento ne avete idea? Se non lo sapete informatevi presso persone competenti della materia, e non vi esponete al ridicolo parlando di cose che non conoscete.

Non vi permettiamo di dire: “chi parla di società mista è ignorante o in malafede”. Sono solo parole violente, strillate da chi vuol difendere l’indifendibile.

Essere alleati politici vuol dire condividere un programma di governo, quello che esula, si valuta di volta in volta e se ci sono opinioni divergenti si discute e ci si confronta.

Se invece dobbiamo accettare quello che decide il più forte solo perché è il più forte allora non siamo più alleati, ma schiavi politici.

Una volta era la base che sensibilizzava il vertice del partito; oggi da certe parti succede che siano i vertici del partito ad ordina cosa la base cosa dire o fare.

Per tornare al merito dei fatti.

La Regione può rimanere coinvolta in Toremar per tutelare i cittadini insulari e i dipendenti, senza fare l’armatore o fare società di trasporti, e trovarsi potenzialmente a ripianare delle perdite

Come? Semplice, con un ”nolo a scafo vestito” (termine marittimo) come funziona?

La Regione rimane proprietaria delle navi (sono le più giovani sullo stretto), degli slot, della tecnica e dell’equipaggio; poi indice una gara fra gli armatori europei, non discriminante, per la gestione della compagnia. Il gestore partecipa alla gara per la continuità territoriale; se vince gestisce la società con il contributo e gli obblighi di legge, altrimenti lo farà da imprenditore senza obblighi. Nel primo caso, cioè con il contributo, un piano industriale che preveda, l'ottimizzazione delle linee potrebbe portare a sconti tratta intorno al 50% degli attuali prezzi Toremar, sia per residenti che per i turisti. .Nel secondo caso si può arrivare a sconti intorno al 30%. Questo secondo stime di armatori in attività che prevedono con ciò ottimi utili e il rinnovo della flotta.

La Toremar è una società con buone navi, con ottimi equipaggi e una validissima capacità tecnica.

Quello che gli è stato negato da sempre sono dei Manager capaci, basti pensare che Toremar otteneva dalle banche dei prestiti (quindi è economicamente solida) che poi girava a Tirrenia facendole uno sconto sugli interessi pagati. Che dirigenti!

Per capirci, la scelta di abbandonare gli abitanti dell’arcipelago alle tempeste del mercato è tutta politica ed è tutta sbagliata. I corvi che volteggiano da anni intorno all’arcipelago, e in maniera più evidente sull’Elba, stanno ottenendo un' importante sponda in Regione, ma soprattutto una grande complicità da parte delle amministrazioni locali e dei partiti più grandi che sonnecchiano nei loro palazzi, attratti da promesse di carriera politica o tutela per i loro paesi.

Ora all’amico Dario e all’amico Federico del PD chiediamo: siete pronti a metterci la vostra faccia

e garantire pubblicamente ai cittadini dell’Arcipelago, che la privatizzazione della Toremar, così come voluta dai vertici del PD Regionale, sia la migliore possibile, e che non arrecherà danno

alla mobilità, alla vita e all' economia delle isole?

Siete certi che la soluzione migliore per i cittadini sia quella del Conti/Ceccobao?

Noi dell’Italia dei Valori non ne siamo per niente convinti e crediamo si debba fare chiarezza.

Alcune domande che non troveranno come sempre risposta:

Perché da Fiorentina a Piombino ci sono cartelli (pagati dal Comune di Piombino) di indicazione turistica (quelli marroni), che mostrano la strada per giungere ai moli per la Sardegna e nessuno per l’Elba? Si sta già organizzando Piombino come porto della Moby per la Sardegna?

Perché le famose buste non sono state ancora aperte? (prima erano previste entro il 15/04 e poi entro il 30/07).

E' vero che 5 delle 11 domande non saranno ammesse perché hanno inserito il mittente sulla busta? Delle rimanenti, quante avranno i requisiti, e quante sono di area Moby tipo: (Ustica Lines, Edemar, ecc.)?

La Regione come pensa di tutelerà i suoi cittadini?

Perché si è fatta una selezione che indirizza la gara verso alcuni soggetti?

Non è forse discriminante impedire a società di nuova costituzione di partecipare alla gara?

La comunità Europea. che vuole una gara non discriminante, cosa dice?

Le tasse portuali che paghiamo nei biglietti, come vengono spese?

Tutte quelle persone che si trovano in giro fra Fiorentina e il porto per cosa sono pagate?

La Regione cosa aspetta ad chiedere all’APP dettagli sulla gara per gli slot vinta da Blu Navy?
Per finire diciamo agli amici Dario e Federico: se volete veramente tutelare i vostri elettori, ascoltate la loro voce e non relegateli al ruolo di ignoranti o di persone in malafede il mondo della marineria è molto particolare e complesso, solo avendola vissuta o mettendosi umilmente ad ascoltare chi l'ha vissuta possiamo capirci qualcosa.
Florio Pacini

Italia dei Valori Isola d’Elba

Dalla parte dei cittadini

Gimmi Ori

Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 26.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Regione proprietaria flotta concede al miglior offerente per un canone

Messaggio  Gimmi Ori il Mer Ago 25, 2010 11:27 pm

http://ilvicinato.blogspot.com/2010/08/florio-pacini-idv-risponde-franco.html

Florio Pacini (IdV) risponde a Franco Appiani: ecco come funziona il nolo a “scafo vestito”

paciof©gmail.com - Caro Franco Appiani, vorrei chiarire subito che il termine “galoppino” non si addice a lei. Il “galoppino” è quello che finge di non essere schierato, ma poi colpisce gli altri in modo subdolo e indegno, facendo l’interesse (spesso non richiesto) del potente di turno per il quieto vivere. Lei correttamente chiede lumi sul merito e molto volentieri le rispondo. Come funziona il nolo a scafo vestito? La Regione che resta proprietaria della flotta, degli slot, degli equipaggi e della tecnica, concede al miglior offerente la gestione della flotta e annessi per un canone che prevede i servizi per i cittadini e il rinnovo flotta, i costi di ordinaria e straordinaria manutenzione, costi personale e spese generali. Poi, l’armatore chiamato alla gestione della compagnia, potrà partecipare alla gara per la continuità territoriale, se vince, dovrà rispondere anche agli impegni che fanno parte del bando di gara, se invece perde, potrà gestire le linee commerciali e fungere da carniere per i prezzi. Solo se la flotta e gli slot restano saldamente in mano alla Regione, si potrà sperare di tutelare la vita degli abitanti dell’arcipelago. Le clausole della convenzione che lei richiama sono facilmente aggirabili. Analizzando attentamente il rapporto costi profitti con armatori in attività salta fuori che i prezzi attuali della Toremar possono diminuire dal 30 al 50%. Se le fa piacere può contattarmi tramite la mia e-mail così le offro volentieri un caffè per scambiare quattro chiacchiere ed essere sicuramente più chiaro. Florio Pacini - IDV Isola d’Elba
a 19:25
Etichette: Continuità Territoriale

http://ilvicinato.blogspot.com/2010/08/toremar-con-il-nolo-scafo-vestito-i.html

TOREMAR, con il “nolo a scafo vestito” i toscani si sobbarcano le spese per il rinnovo della flotta ecc. mentre l’armatore privato si prende la ciccia
ilvicinato@libero.it - Mailig ASINOi - Caro Florio Pacini, anch'io come Artemisio sono un sostenitore della privatizzazione di Toremar ante litteram, vale a dire ancora prima dell’ex assessore Conti, quindi in tempi non sospetti, perciò mi auguro di non essere annoverato fra i “galoppini” del potente politico di turno. Leggo la tua proposta di “nolo a scafo vestito” che significa: la Regione rimane proprietaria della flotta, degli slot e dell’equipaggio, mentre la gestione viene affidata a un armatore privato che incassa pure i proventi della sovvenzione. Se così fosse i cittadini toscani, invece, dovrebbero sobbarcarsi le spese per il rinnovo della flotta e, nel corso degli anni, quant’altro si renderà necessario al suo funzionamento. Ma non ti pare che i cittadini isolani, le loro famiglie e le loro imprese, siano più difesi e garantiti attraverso il rispetto delle clausole della convenzione che per ben 12 anni legherà la nuova proprietà di Toremar alla Regione Toscana? Un saluto, Franco Appiani
a 06:55
Etichette: Asinoi, Continuità Territoriale




Gimmi Ori

Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 26.07.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum