CAMMINANDO.ORG
VIVERE L’AMBIENTE
TELETIRRENO ON LINE
teletirrenoelba news
Ultimi argomenti
» IL POLPO PALLA
Mar Ago 28, 2012 4:01 pm Da Visir

» 1 marzo 2012: la gita a Montecristo
Mer Mar 07, 2012 1:52 am Da Visir

» Giglio: la tragedia della Concordia e le AMP
Mer Feb 01, 2012 2:55 am Da Visir

» Derattizzazione, sopralluoghi ed altro: ritorno a Montecristo
Ven Gen 27, 2012 12:25 pm Da Visir

» Tirrenia-Toremar:indagine europea sul contributo per le isole italiane
Ven Ott 21, 2011 1:32 pm Da Gimmi Ori

» Progetto unico di smantellamento dell'Elba,parte prima: Sanità
Lun Ott 17, 2011 4:32 pm Da Gimmi Ori

» i successi della Regione Toscana per l'Elba daranno il giusto compenso
Mar Set 13, 2011 11:16 am Da Gimmi Ori

» Perchè il Sindaco ha fatto riempire i depositi e non il gestore Asa?
Lun Ago 15, 2011 6:32 pm Da Gimmi Ori

» CONTINUITA' TERRITORIALE,COSA FA' LA NOSTRA REGIONE PER NOI?
Ven Ago 12, 2011 11:08 pm Da Gimmi Ori

» LebarrierediMarchetti,mala bomba all'Elba è giàscoppiata,manca l'acqua
Ven Ago 12, 2011 7:32 pm Da Gimmi Ori

» Traghetti Elba,Toremar-Moby Onorato,Blunavy Morace,concorrenza?
Gio Ago 11, 2011 12:47 am Da Gimmi Ori

» Divide et impera,acqua all'Elba,ennesimo fallimento Regione Toscana!
Mer Ago 10, 2011 11:10 am Da Gimmi Ori

» Traghetti Elba: l'assistenza ai turisti al porto di Piombino
Mer Ago 03, 2011 3:03 pm Da Gimmi Ori

» Elba, domani 31.07.2011, non c'e posto sulle navi ?
Sab Lug 30, 2011 11:02 pm Da Gimmi Ori

» Alla Procura,Toremar:disposizioni dell'Antitrust frutto di una truffa?
Lun Lug 25, 2011 10:56 am Da Gimmi Ori

» Toremar,Antitrust:l'ennesimo successo della Regione Toscana e dell'APP
Dom Lug 24, 2011 9:34 pm Da Gimmi Ori

» Toremar-Moby: suggellato l'ennesimo successo della Regione Toscana!
Sab Lug 23, 2011 11:06 am Da Gimmi Ori

» CGIL-Sig.Salza,Monopolio Toremar-Moby e i rischi per i lavoratori
Mar Lug 19, 2011 3:11 pm Da Gimmi Ori

» Toremar: al Tar "sembra", tutto come previsto e torna l'Oglasa ....
Ven Lug 15, 2011 3:42 pm Da Gimmi Ori

» Toremar,esaltata la sinergia messa in campo dalla Regione,caroCeccobao
Gio Lug 14, 2011 3:20 pm Da Gimmi Ori

Settembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Calendario Calendario

ELBA METEO
YOU TUBE
WIKIPEDIA
Sondaggio
counter

Campo nell'Elba: pulizia e pattume

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Campo nell'Elba: pulizia e pattume

Messaggio  Visir il Ven Set 19, 2008 12:28 pm

Terza circolare del Comune.
Questa volta si parla di spazzatura e rifiuti ingombranti.....
Il mio commento, al post successivo....



----------------

_________________
Che cosa c'é da aspettarsi da chi come me non sa adeguarsi a sette, mafiette, etichette? Mi piace sapermi diverso, piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi, nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi. Godo se penso all'amaro che mastica chi pronostica la fine della mia vitalità..
avatar
Visir
Admin

Messaggi : 323
Data d'iscrizione : 31.07.08
Età : 53
Località : Marina di Campo

Vedi il profilo dell'utente http://laltroparco.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Campo nell'Elba: pulizia e pattume

Messaggio  Visir il Ven Set 19, 2008 1:54 pm

Questo post viene pubblicato in anteprima. E' mia intenzione inviare al riguardo una lettera aperta al Sindaco: se qualcuno ne condivide i principi, o ha altre idee migliori, scriva!
Molte firme, molto peso!

Il decoro in generale, e la pulizia in particolare, sono il biglietto da visita di qualunque località.
Per una zona turistica poi, perdipiù associata ad un Parco Nazionale, è addirittura fondamentale "presentarsi bene".

Inculcare sani principi di civiltà a tutti non è facile, ma io sono convinto che si possa quantomeno limitare i danni a quelli causati da pochi caproni irrecuperabili semplicemente mettendo in atto qualche semplice idea:

- i sacchi vengono lasciati fuori dai cassonetti spesso perché I SUDDETTI CASSONETTI SONO STRAPIENI, O DURI DA APRIRE PERCHE' VECCHI E MALANDATI.
Considerando anche che le tasse sulla spazzatura sono aumentate negli ultimi anni di oltre il 400%, sarebbe necessario che il Comune provvedesse a:
1) AUMENTO DEI PASSAGGI DI RITIRO NEI MESI ESTIVI;
2) AUMENTO DEI CONTENITORI PER LA DIFFERENZIATA;
3) RINNOVO DEI CASSONETTI IN CATTIVO STATO;
4) OVE POSSIBILE, REALIZZAZIONE DI PROTEZIONI ESTETICHE;
5) REALIZZAZIONE DI SPIAZZI PAVIMENTATI APPOSITI: PULIRE SUL LISCIO E' MOLTO PIU' FACILE CHE SUL NUDO SUOLO O IN MEZZO ALLE ERBACCE.


- I rifiuti vegetali, all'Elba, vengono solitamente bruciati. Il divieto estivo di qualunque tipo di fuoco rende perciò difficile lo smaltimento, soprattutto considerando che molti proprietari di ville o seconde case arrivano solo nei mesi estivi, e ovviamente sfalciano e sistemano i loro giardini proprio in quel periodo.
La migliore soluzione sarebbe la realizzazione di una bella stazione di compostaggio, che potrebbe accogliere anche i corposissimi rifiuti alimentari di alberghi e ristoranti: non so però nei dettagli se sia effettivamente realizzabile e così producente come dovrebbe.
Nel frattempo, se il Comune trovasse uno o più luoghi isolati dove convogliare e stoccare le ramaglie estive, si eviterebbe l'intasamento dei cassonetti (e il costo dello smaltimento come rifiuti urbani) o l'accumulo abusivo nei terreni altrui (specie nei miei, dove spesso e volentieri qualche buontempone si diverte a scaricare i suoi troiai..).
Potrebbero essere bruciate, con deroga della Forestale o dei VV.FF., o solo stoccate in attesa della fine del divieto.

- i rifiuti inerti sono un serio problema: smaltirli legalmente costa un sacco di soldi. Tralasciamo le considerazioni sulla effettiva "pericolosità" ambientale: si sa che molte leggi sono fatte ad hoc per creare plusvalori a beneficio di poche ditte "amiche" di certi politici... e la parola ecomafia è un neologismo recente.
Difficile capire perché i fanghi di Bagnoli costituiscano un ottimo materiale da riempimento mentre mattonelle rotte, cemento e mattoni dovrebbero essere velenosissimi....
Ma tant'è: io ogni anno rifaccio un po' di bagni in albergo, e ogni anno spendo qualche mille euri di smaltimento. Accumulo, poi chiamo ruspa e camion, pago e ciao.
Ma il singolo cittadino che ha due secchiate di calcinacci perchè la pioggia gli ha barato un muretto del giardino, che deve fare?
Ecco: il Comune organizza un centro di raccolta degli inerti, si fa pagare un contributo (possibilmete modesto) e poi si occupa dello smaltimento legale, magari sfruttando il potere dei numeri per ottenere un prezzo ridotto al minimo.

- rifiuti ingombranti: i cassonetti all'inizio del Monumento erano, fino a qualche anno fa, il principale punto di raccolta di qualunque divano, materasso o frigorifero venisse dismesso.
Con l'apertura del centro del Vallone, bisogna dire che la gran parte dei rottami metallici e degli elettrodomestici è finalmente scomparsa.
Ma materassi, sedie di plastica, divani e poltrone, molto semplicemente NON HANNO UN POSTO DOVE ANDARE A MORIRE. Se chiedi agli addetti, ti rispondono... METTILI A FIANCO AI CASSONETTI.
Che senso ha questa situazione? Perchè non trovare anche in questo caso un punto di raccolta "ufficiale"? I costi di smaltimento resterebbero uguali, e il panorama ne guadagnerebbe sensibilmente.


---------------------------

_________________
Che cosa c'é da aspettarsi da chi come me non sa adeguarsi a sette, mafiette, etichette? Mi piace sapermi diverso, piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi, nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi. Godo se penso all'amaro che mastica chi pronostica la fine della mia vitalità..
avatar
Visir
Admin

Messaggi : 323
Data d'iscrizione : 31.07.08
Età : 53
Località : Marina di Campo

Vedi il profilo dell'utente http://laltroparco.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Campo, calo della raccolta differenziata

Messaggio  Capo di bozza il Lun Nov 17, 2008 2:06 pm

Come tutti sappiamo,nel Comune di Campo nell'Elba c' è stato un sensibile calo della raccolta differenziata, questo è da imputare, a mio avviso, in parte alla poca " cultura " ambientale, in parte
alla poca o inesistente informazione da parte dell' Amministrazione Comunale. Un vostro pensiero in merito. Capo di bozza

Capo di bozza

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 17.11.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Campo nell'Elba: pulizia e pattume

Messaggio  puffo il Sab Nov 22, 2008 1:54 pm

La raccolta differenziata è segno di civiltà e di intelligenza.
Costa un po' di fatica in più, ma in fondo poca, e basta abituarsi.
L'amministrazione comunale deve essere il perno: organizzare bene, gestire bene, non dando alla gente la sensazione che poi tutto finisca mischiato. Poi deve informare, e infine tocca alla gente dimostrare la loro civiltà. Trascrivo da camminando il passaggio sulla differenziata di paesemoderno, che non so bene chi sia ma mi pare dica cose giuste:

Raccolta rifiuti: il Comune di Campo è attualmente leader elbano per la raccolta differenziata. Ciononostante, supera di poco la metà di quanto necessario per considerarsi un Comune “civile”. L’obiettivo da raggiungere, possibilmente di concerto con gli altri Comuni, non dev’essere solo quello di “rientrare fra i virtuosi, in serie A o B”: è necessario, e assolutamente possibile, puntare molto più in alto. Dobbiamo entrare… in “Champions League”: un grande sforzo di civiltà, che avrebbe il vantaggio di unire l’utile al dilettevole. Potersi presentare ai turisti come “uno fra i Comuni più virtuosi d’Italia” renderebbe tantissimo in ritorno d’immagine, ci darebbe soddisfazione pratica e morale, ridurrebbe notevolmente l’alleggerimento progressivo e sistematico dei nostri portafogli. Informazione dei Cittadini, adeguamenti tecnici e strutturali, se necessario anche premi ai virtuosi e sanzioni agli indisciplinati. E, in aggiunta ad un’ottima raccolta differenziata, la realizzazione di un efficiente sito di conferimento per tutti quei rifiuti “ingombranti” che oggi vengono, inevitabilmente, data l’assoluta mancanza di alternative legali, abbandonati, se va bene, “a fianco dei cassonetti”. Calcinacci, materassi, divani, sedie di plastica, pneumatici… inutile multare o protestare: serve fornire un’alternativa logica, legale, e, soprattutto, economica. Altrimenti, la tentazione allo scarico illegale sarà sempre troppo forte e difficile da eradicare.
avatar
puffo

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 20.08.08
Età : 32
Località : campo

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

rifiuti

Messaggio  Capo di bozza il Gio Nov 27, 2008 8:47 pm

Quello che è stato scritto purtroppo non fa che confermare che siamo ancora, cone comune. lontani dalla qualificazione per la coppa campioni della differenziata. Il nostro sistema di raccolta è un sistema " parziale " e la cosa più eclatante è presentarsi all' ecocentro, armati di buona volontà e relative cianfrusagli ormai passate a miglior vita e sentirsi dire dall' incaricato di turno: quella roba non la puoi lasciare qui, buttala al cassonetto. Senza voler colpevolizzare nessuno credo che questa carenza è sia dovuta a noi cittadini poco virtuosi, ma anche ad una poca o nulla informazione da parte di chi preposto. Detto questo non ci resta che continuare a differenziare
con la speranza che anche i più ostici inizino questa buona abitudine. In ultimo posso dire, parere personale, che non è con le sanzioni che si può risolvere il problema.
Capo di bozza

Capo di bozza

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 17.11.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

SOGNADO UNA CLASSE POLITICA MIGLIORE

Messaggio  Giobbe da Cosmopoli il Gio Apr 16, 2009 5:34 pm

SARA' SOLO UTOPIA?


Cessiamo per una attimo questa corsa al massacro e cercando un lato positivo, pensiamo quel che avrebbe dovuto essere fatto ed invece non lo è stato.

Sarebbe bello se giovani e donne riempissero le liste dei loro nomi e cognomi , spargendo per la nostra città un nuovo entusiasmo ,che ci coinvolgesse tutti, giovani e meno giovani, ed il giorno dopo delle elezioni ci si dimenticasse di appartenere ad una sigla per ricordarsi che c'è una dignità da riacquistare , che nelle strade del paese non si vive bene , che manca una casa ai nostri giovani , insomma che i problemi da risolvere sono tanti.
Sarebbe bello, che si tornasse ad amministrare in una dimensione di "normalità&trasparenza ", garantendo tutto ciò che rende la vita più serena. Non si chiede a nessuno di risolvere tutto e subito; si chiede solo di provarci.
Molti amici mi hanno chiesto tra il serio ed il faceto ti candidi ? La risposta è sempre stata no. Non per fuggire; ma , perché è giusto dare ad altri più giovani la possibilità di fare meglio di noi. Non è fuggire, chi fugge si nasconde; noi anziani vogliamo rimanere umili con il solo desiderio di difenderla questa nostra comunità , auspichiamo il meglio per lei e saremo sempre presenti nella vita di ogni giorno , pronti a criticare, urlare o correre con i nostri modesti mezzi e capacità al fianco di chi subisce dei torti.
Ai Candidati (quelli nuovi s’intende) auguro sinceramente : "buon lavoro! E dopo, vinca il migliore! Ma a scrutini avvenuti, dimostrate stavolta di essere veri amministratori , cioè i servi di tutti i nostri concittadini, non comportatevi come i vecchi che ci hanno fatto chinare la testa dalla vergogna, restituiteci almeno i nostri diritti e la nostra dignità! Sad

Giobbe da Cosmopoli

Messaggi : 57
Data d'iscrizione : 16.08.08
Età : 75

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

differenziata un utopia nel nostro Comune ?

Messaggio  Capo di bozza il Mar Nov 23, 2010 9:00 pm

Mi sono riletto i vari interventi su questo tema ( 2008 ) e devo purtroppo constatare che, se in quell'anno eravamo il Comune + virtuoso dell' Elba oggi purtroppo non è più così, Portoferraio ci batte di un 7% e noi siamo rimasti al palo con una percentuale che si discosta pochissimo da quella del 2008.
Devo dire che, come sempre, la nostra " cultura" ambientale è piuttosto carente e nei cassonetti dell' indifferenziata si trovano a tutt' oggi gettati oggetti che potrbbero, facendo 1 metro di strada in più, essere tranquillamente recuperati, vedi cartoni, giornali e bottiglie di PE ( dell' acqua per capirsi )
Non voglio parlare dei vari oggetti ingombranti che privati cittadini e questo lo posso accettare, o operatori dei vari settori artigianali, lasciano bellamente in mostra presso i
cassonetti quando potrebbero essere depositati al Vallone come dovrebbe essere.
Che dire poi dei materiali delle potature, pulizie dei giardini ecc.., tutto questo viene tranquillamente gettato nei cassonetti ansichè, specie nella stagione estiva, essere accumulato per essere poi bruciato quando permesso, ma a discolpa di molti che non hanno spazi sufficenti, va detto che non esiste per questo tipo di rifiuto un sito dove " ufficiale "depositarlo. Per concludere, c'è ancora molto da fare e questa amministrazione
potrebbe farsene carico seriamente con un ritorno d ' immagine e di consensi, ma in primis
con l' aver cercato di portare il nostro comune verso un punto fermo che non è più prorogabile, quello della salvaguardia dell' ambiente.
Capo di Bozza

Capo di bozza

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 17.11.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Campo nell'Elba: pulizia e pattume

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum