CAMMINANDO.ORG
VIVERE L’AMBIENTE
TELETIRRENO ON LINE
teletirrenoelba news
Ultimi argomenti
» IL POLPO PALLA
Mar Ago 28, 2012 4:01 pm Da Visir

» 1 marzo 2012: la gita a Montecristo
Mer Mar 07, 2012 1:52 am Da Visir

» Giglio: la tragedia della Concordia e le AMP
Mer Feb 01, 2012 2:55 am Da Visir

» Derattizzazione, sopralluoghi ed altro: ritorno a Montecristo
Ven Gen 27, 2012 12:25 pm Da Visir

» Tirrenia-Toremar:indagine europea sul contributo per le isole italiane
Ven Ott 21, 2011 1:32 pm Da Gimmi Ori

» Progetto unico di smantellamento dell'Elba,parte prima: Sanità
Lun Ott 17, 2011 4:32 pm Da Gimmi Ori

» i successi della Regione Toscana per l'Elba daranno il giusto compenso
Mar Set 13, 2011 11:16 am Da Gimmi Ori

» Perchè il Sindaco ha fatto riempire i depositi e non il gestore Asa?
Lun Ago 15, 2011 6:32 pm Da Gimmi Ori

» CONTINUITA' TERRITORIALE,COSA FA' LA NOSTRA REGIONE PER NOI?
Ven Ago 12, 2011 11:08 pm Da Gimmi Ori

» LebarrierediMarchetti,mala bomba all'Elba è giàscoppiata,manca l'acqua
Ven Ago 12, 2011 7:32 pm Da Gimmi Ori

» Traghetti Elba,Toremar-Moby Onorato,Blunavy Morace,concorrenza?
Gio Ago 11, 2011 12:47 am Da Gimmi Ori

» Divide et impera,acqua all'Elba,ennesimo fallimento Regione Toscana!
Mer Ago 10, 2011 11:10 am Da Gimmi Ori

» Traghetti Elba: l'assistenza ai turisti al porto di Piombino
Mer Ago 03, 2011 3:03 pm Da Gimmi Ori

» Elba, domani 31.07.2011, non c'e posto sulle navi ?
Sab Lug 30, 2011 11:02 pm Da Gimmi Ori

» Alla Procura,Toremar:disposizioni dell'Antitrust frutto di una truffa?
Lun Lug 25, 2011 10:56 am Da Gimmi Ori

» Toremar,Antitrust:l'ennesimo successo della Regione Toscana e dell'APP
Dom Lug 24, 2011 9:34 pm Da Gimmi Ori

» Toremar-Moby: suggellato l'ennesimo successo della Regione Toscana!
Sab Lug 23, 2011 11:06 am Da Gimmi Ori

» CGIL-Sig.Salza,Monopolio Toremar-Moby e i rischi per i lavoratori
Mar Lug 19, 2011 3:11 pm Da Gimmi Ori

» Toremar: al Tar "sembra", tutto come previsto e torna l'Oglasa ....
Ven Lug 15, 2011 3:42 pm Da Gimmi Ori

» Toremar,esaltata la sinergia messa in campo dalla Regione,caroCeccobao
Gio Lug 14, 2011 3:20 pm Da Gimmi Ori

Settembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Calendario Calendario

ELBA METEO
YOU TUBE
WIKIPEDIA
Sondaggio
counter

GIANNUTRI: le "leggerezze" di Gianfranco Fini

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

GIANNUTRI: le "leggerezze" di Gianfranco Fini

Messaggio  Visir il Gio Ago 28, 2008 12:43 pm



Roma 27 agosto 2008

Legambiente denuncia Fini: si è immerso in una zona vietata. Fini: paghero' la multa

Legambiente ha scattato le foto del presidente della Camera, Gianfranco Fini, mentre si preparava ieri ad immergersi in una zona vietata di Giannutri, all'interno della riserva marina dell'Arcipelago toscano.
Di qui la denuncia dell'associazione degli ambientalisti con una lettera inviata oggi al presidente del Parco. Nello specifico, Legambiente chiede spiegazioni sulla presenza di Fini "nel pomeriggio del 26 agosto, nella Zona 1 a protezione integrale davanti alla costa
dei Grottoni a Giannutri".
L'associazione aveva notato "una imbarcazione dei Vigili del Fuoco, in navigazione e stazionamento, che prestava a quanto pare anche assistenza a subacquei dotati di autorespiratori, in un'area interdetta a qualsiasi attività che non sia di carattere scientifico o per dirette esigenze dell'Ente Parco. Inoltre la stessa area, a terra e a mare è una Zona di protezione speciale in base alla Direttiva Ue uccelli".
"Tra le persone che hanno partecipato alle immersioni - prosegue la lettera di Legambiente alla quale vengono allegate un gruppo di foto nelle quali si riconosce il presidente della Camera in compagnia di altre persone - sembra ci fosse anche un noto politico italiano che occupa una delle più alte cariche istituzionali della Repubblica
Italiana".

Quindi gli ambientalisti chiedono di sapere: "Se l'imbarcazione ed i subacquei presenti nella zona 1 dell'area marina avessero il necessario nulla-osta del Parco e per quali attività di tipo scientifico e in base a quale progetto di ricerca approvato in
precedenza dall'Ente Parco; chi fossero i partecipanti alle immersioni e di quali eventuali titoli scientifici disponessero; quali eventuali iniziative siano state prese dal Parco per sanzionare l'imbarcazione e i sub nel caso non fossero autorizzati al transito, allo stazionamento ed all'immersione in zona 1 a Giannutri".
Fini attraverso il suo portavoce ha fatto sapere di non avere "alcuna difficolta' a commentare una colpevole leggerezza". Insomma, il presidente della Camera, spiega il suo portavoce, non conosceva esattamente i confini dell'area protetta e pensava che l'immersione si svolgesse nell'area 2 dove sarebbe stata autorizzata. "Conveniamo con
il presidente dell'Ente parco sul fatto che e' inevitabile una sanzione amministrativa - conclude Alfano - e sul dovere di pagarla".

Realacci: positivo il comportamento di Fini
Il fatto che Gianfranco Fini paghi la multa per l'immersione a Giannutri e' un fatto positivo: lo ha detto Ermete Realacci, ministro ombra dell'ambiente, parlando a margine della Festa Democratica nazionale di Firenze. "Non e' mai piacevole quando una carica importante dello Stato aggira le regole - ha spiegato - ma mi pare positivo che Fini abbia
riconosciuto l'errore dichiarandosi disponibile a pagare la multa.

_________________
Che cosa c'é da aspettarsi da chi come me non sa adeguarsi a sette, mafiette, etichette? Mi piace sapermi diverso, piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi, nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi. Godo se penso all'amaro che mastica chi pronostica la fine della mia vitalità..
avatar
Visir
Admin

Messaggi : 323
Data d'iscrizione : 31.07.08
Età : 53
Località : Marina di Campo

Vedi il profilo dell'utente http://laltroparco.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: GIANNUTRI: le "leggerezze" di Gianfranco Fini

Messaggio  Visir il Gio Ago 28, 2008 12:47 pm

VIGILI DEL FUOCO DISTOLTI DALLE ATTIVITÀ DI SOCCORSO PER PERMETTERE LE VACANZE DELL‘ON. FINI


Grosseto:
In vista delle vacanze in Provincia di Grosseto del Presidente della Camera, On. Gianfranco Fini, il Ministero dell'Interno ha autorizzato tutto il personale al seguito del Presidente a stabilirsi ed usufruire del distaccamento Vigili del Fuoco di Orbetello, facendo sì che tale struttura sarà monopolizzata dalle attività dello staff presidenziale.
Al fine poi di garantire a Fini una costante assistenza nel corso delle sue escursioni in mare, il Ministero ha autorizzato 180 ore di straordinario al personale sommozzatore. I Vigili del nucleo sommozzatori di Grosseto, normalmente composto da 12 unità ma ridotto a circa 8 per il periodo feriale, si troveranno così a svolgere anche tre giorni di lavoro consecutivi, saltando il riposo per il necessario recupero psico-fisico, che in un periodo fitto di interventi come quello estivo risulta di fondamentale importanza.

La decisione del Ministero appare ancor più paradossale se si pensa che lo scorso 5 luglio lo straordinario è stato invece negato per la bonifica di una bomba nel comune di Grosseto. In questo caso, lungi dal predisporre una apposita organizzazione, il Ministero stabilì che l'intervento doveva essere effettuato con il normale dispositivo, quindi tralasciando le ordinarie attività di soccorso. "Scelte come questa sembrano affermare che la vita dei politici vale molto di più di quella di tutti i cittadini - commenta Antonio Jiritano, del Coordinamento nazionale RdB-CUB P.I - ed oltretutto non tengono conto
della crisi che investe tutti i Comandi dei Vigili del Fuoco.
Ricordiamo infatti che a fine 2007 i debiti dei comandi per forniture, manutenzione dei mezzi e spese per carburante, erano attestati a circa 130 milioni di Euro, mentre per far fronte alla Campagna antincendio 2008 si sta utilizzando personale fuori dall'orario di lavoro ordinario e straordinario senza programmare un minimo di recupero psicofisico.

E pensare che a fronte di tutto ciò i Vigili del Fuoco devono anche svolgere opera di controllo sulla sicurezza nei luoghi di lavoro", aggiunge amaramente Jiritano. "La politica che sta attuando tutte le misure per smantellare la Pubblica Amministrazione, tagliando anche i bilanci del Ministero dell'Interno, sa benissimo che i Vigili del Fuoco dispongono di un organico sottodimensionato da anni, ben lungi dallo standard dei paesi aderenti al progetto "UN VIGILE DEL FUOCO OGNI 1.000 ABITANTI". Intanto le attività di prevenzione sul territorio non si possono svolgere, i piani di sicurezza e quelli di rischio sono ormai cose di altri tempi, la mappatura della aree interessate da attività
incendiarie rimane un miraggio", conclude il dirigente RdB-CUB.

_________________
Che cosa c'é da aspettarsi da chi come me non sa adeguarsi a sette, mafiette, etichette? Mi piace sapermi diverso, piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi, nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi. Godo se penso all'amaro che mastica chi pronostica la fine della mia vitalità..
avatar
Visir
Admin

Messaggi : 323
Data d'iscrizione : 31.07.08
Età : 53
Località : Marina di Campo

Vedi il profilo dell'utente http://laltroparco.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: GIANNUTRI: le "leggerezze" di Gianfranco Fini

Messaggio  Visir il Gio Ago 28, 2008 12:57 pm

La Stampa locale:

TEnews del 28 agosto 2008

http://www.tenews.it/visualizzazione/articolo.asp?IdArticolo=21698

--------------------------------

su Elbareport del 28.08.2008, oltre agli articoli d'agenzia e ad una eccezionale rassegna fotografica, si segnalano i commenti di Sergio Rossi nell'articolo "Figure Istituzionali e istituzionali figurette"


_________________
Che cosa c'é da aspettarsi da chi come me non sa adeguarsi a sette, mafiette, etichette? Mi piace sapermi diverso, piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi, nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi. Godo se penso all'amaro che mastica chi pronostica la fine della mia vitalità..
avatar
Visir
Admin

Messaggi : 323
Data d'iscrizione : 31.07.08
Età : 53
Località : Marina di Campo

Vedi il profilo dell'utente http://laltroparco.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: GIANNUTRI: le "leggerezze" di Gianfranco Fini

Messaggio  Visir il Gio Ago 28, 2008 1:09 pm





Gianfranco Fini è notoriamente un politico accorto. Ma è pur sempre un “politico”.
Come tutti i suoi colleghi, conosce bene i privilegi della Casta.

Sa che si può tuonare contro lo “sfascio della Famiglia” e contemporaneamente sgallettare con soubrette e ballerine, perché i tanti bravi padri di famiglia che, finita la Messa, si fanno benedire anche da qualche nigeriana di passaggio (o meglio, di passeggio..) lo capiranno.

Sa che farsi du’ canne in Jamaica è come bersi un vodkino sul Volga, un peccato veniale… ma che per un certo elettorato è poi bene equiparare il fumo di uno spino all’arrosto di una pera.

Un mio “importante” amico, che peraltro, in realtà, era persona integerrima, soleva dire: “che gusto c’è ad avere il potere se non se ne abusa?”

Ma, volendo, tutto si può giustificare, anche senza scomodare l’ormai inflazionato e stracitato Marchese del Grillo. La mia vignetta odierna su Camminando potrebbe rivelarsi meno assurda di quanto sembri…

Fini scientifici: cosa c’è di male se il Presidente della Camera, terza (e pertanto non giudicabile dai comuni mortali) carica dello Stato, decide di verificare de visu l’efficacia della tutela marina di Giannutri, comparando il numero di aragoste avvistabili in zona 1 con quelle presenti nelle non tutelate “Coralline” di Capo Fonza? E’ un sub esperto
(oggiù, evitiamo la vecchia battuta sul sub-normale..), e anche la recente immersione allo Scoglietto poteva avere logici intenti comparatorii: vediamo una zona a tutela integrale (Giannutri), una a tutela parziale (Scoglietto), e una a tutela zero (Coralline), e poi stabiliamo quale forma di protezione è più efficace, in nome della Repubblica e per il bene del Paese.


Anche l’utilizzo di un mezzo dei Vigili del Fuoco può essere giustificato: Fini istituzionali.


Saranno attrezzati a dovere? L’imbarcazione tiene bene il mare? Il personale è preparato? Niente di meglio che una verifica sul campo.

In realtà, come ho detto, Fini è un politico accorto. E’ finito in un trappolone (per fare quelle foto, stando fuori dalla zona vietata, serve un buon teleobiettivo… partirà la caccia alla talpa?) e se ne libera con un soave “ho sbagliato, pagherò la multa”.

Proviamo a calcolarla:
art. 19 del regolamento del Pnat - “navigazione, accesso, sosta e ancoraggio di navi, imbarcazioni e natanti di qualsiasi genere e tipo, (…) da lire 500.000 a lire due milioni (per ogni mezzo)”; “l’accesso e/o l’immersione con e senza apparecchi autorespiratori, da lire duecentomila a lire due milioni.”

art. 12: “E’ ammesso il pagamento di una somma in misura ridotta pari alla terza parte del massimo della sanzione prevista per la violazione commessa o, se più favorevole, al doppio del minimo della sanzione edittale, oltre alle spese del procedimento”.

E quindi, presumibilmente:
- al Comandante dell’unità dei VVFF, multa di euro 345. Visto che sicuramente ubbidiva a ordini superiori, mi viene da ridere a pensare chi mai la pagherà….
- All’ On. Fini e Signora: euro 69 a testa. Fini è un certo un galantuomo, pagherà lui…. ....ben 138 euri…. CORREZIONE delle 16.05: ho inopinatamente diviso per tre la cifra... quella corretta dovrebbe essere di 207 euro a chiorba... Embarassed la sostanza non cambia, ma giusto per essere precisi...

Tralasciamo che un’eventuale opposizione non sarebbe poi difficile: bastano delle foto, o bisogna essere colti sul fatto? Si può stabilire l’esatta posizione della barca o dipende dall’obiettivo usato?

Insomma, Tozzi dice che “ ci sono gli estremi per comminare una pesante multa”… ma sa bene che non è così.

E allora, come dobbiamo valutare questa ennesima, squallida, vicenda?

Forse, con sconforto e rassegnazione. Questa è il nostro Sistema, questa la logica delle nostre Aree Protette. Realizzare zone inutilmente supervietate, senza poi nemmeno delimitarle (toh, ancora le famose boe…) e senza controllarle. Esprimendo ancora le multe in lire, tanto per dimostrarsi come sempre efficienti e aggiornati, e sapendo benissimo che le pagherà solo qualche sprovveduto turista che davvero ci passa per sbaglio.

Non siamo, purtroppo, in Scandinavia, dove per molto meno ci ritrova costretti a dimissioni a vita da qualunque incarico pubblico. Qui da noi, utilizzare un mezzo che dovrebbe essere destinato a ben altre funzioni di pubblica utilità sappiamo tutti quanto sia “normale”, per chi può. Dall’aereo di Mastella all’elicottero di Rutelli e Signora (Elba 2007).
In alcuni casi è addirittura inevitabile: se Tozzi, in pieno diritto e per effettive necessità connesse al Parco, vuole farsi un giro a Capraia, credete vada a nuoto o con una qualche vedetta? Che ovviamente viene distolta dai suoi fondamentali compiti di vigilanza e soccorso.


Non è certo colpa sua se “il più grande Parco marino del Mediterraneo” non dispone nemmeno di un pedalò di servizio…. Ma solo di un battello antinquinamento fermo da anni in cantiere….

Bisogna passare dalla logica del vietare a quella del gestire.

Giannutri, almeno per ora, consente ancora a qualche fotografo di documentare quel che accade.
Ma se Fini fosse andato a Montecristo…. Chi se ne sarebbe accorto?

Quanti abusi uguali o peggiori ci sono tutti i giorni, senza che se ne sappia niente?

La tutela senza controllo non serve. E siccome i migliori controllori sono proprio quei “comuni cittadini” che si tende ad escludere, proprio per garantire le lobby di “amici ed amici degli amici”, forse la nostra battaglia per una tutela diversa, condivisa e partecipata, fruibile e sostenibile, non è del tutto sbagliata.
Con sconforto, ma non rassegnazione.


Ultima modifica di Visir il Gio Ago 28, 2008 5:08 pm, modificato 2 volte

_________________
Che cosa c'é da aspettarsi da chi come me non sa adeguarsi a sette, mafiette, etichette? Mi piace sapermi diverso, piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi, nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi. Godo se penso all'amaro che mastica chi pronostica la fine della mia vitalità..
avatar
Visir
Admin

Messaggi : 323
Data d'iscrizione : 31.07.08
Età : 53
Località : Marina di Campo

Vedi il profilo dell'utente http://laltroparco.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: GIANNUTRI: le "leggerezze" di Gianfranco Fini

Messaggio  Epicuro il Gio Ago 28, 2008 3:58 pm

LA TALPA...



... se il comunicato dei VVFF è del 23 agosto.... ma è in pratica "uscito" solo "dopo"...
... se chi ha beccato Fini aveva un bel teleobiettivo...

..non è che per caso due più due faccia quattro, e che qualcuno dei ragazzi che, bene o male, rischiano spesso la pellaccia per noi, si sia giustamente scassato la uallera di fare la balia?
Cool
avatar
Epicuro

Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 16.08.08
Località : Segagnana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: GIANNUTRI: le "leggerezze" di Gianfranco Fini

Messaggio  Visir il Mar Nov 04, 2008 2:18 pm

ehehehehehheee......
a volte è facile fare i profeti...

il 23 ottobre è uscito su TEnews un articolo circa la reale somma che Fini ha dovuto pagare per il bagnetto giannutrino.
Beh, a fronte delle dichiarazioni sulle super-multe fatte dal mio amico Mario Tozzi, ("Pare che Fini non abbia chiesto nessuna autorizzazione al Parco, come del resto ha confermato dallo stesso presidente Mario Tozzi, nell’apprendere la notizia: “Nessuno mi ha chiesto il permesso (...) ora che dovrei fare? Ci sono gli estremi per comminare una pesante multa, l'infrazione è grave". da Tenews, 28.08.08) scrivevo, sempre il 28 agosto, così:
"E quindi, presumibilmente: (...)
- All’ On. Fini e Signora: euro 69 a testa. Fini è un certo un galantuomo, pagherà lui…. ....ben 138 euri…. CORREZIONE delle 16.05: ho inopinatamente diviso per tre la cifra... quella corretta dovrebbe essere di 207 euro a chiorba... la sostanza non cambia, ma giusto per essere precisi... (...)Insomma, Tozzi dice che “ ci sono gli estremi per comminare una pesante multa”… ma sa bene che non è così."

Quanto sopra, lo potete verificare... qualche post sopra... Very Happy

ALLORA: CHI E' CHE FA DISINFORMAZIONE???



_________________
Che cosa c'é da aspettarsi da chi come me non sa adeguarsi a sette, mafiette, etichette? Mi piace sapermi diverso, piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi, nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi. Godo se penso all'amaro che mastica chi pronostica la fine della mia vitalità..
avatar
Visir
Admin

Messaggi : 323
Data d'iscrizione : 31.07.08
Età : 53
Località : Marina di Campo

Vedi il profilo dell'utente http://laltroparco.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: GIANNUTRI: le "leggerezze" di Gianfranco Fini

Messaggio  Visir il Mar Nov 04, 2008 2:28 pm

Visir ha scritto:E quindi, presumibilmente:
- al Comandante dell’unità dei VVFF, multa di euro 345. Visto che sicuramente ubbidiva a ordini superiori, mi viene da ridere a pensare chi mai la pagherà….

"Scrive il presidente del Parco Mario Tozzi: «In riferimento alla vostra segnalazione in oggetto (...) si comunica quanto segue: la presenza dell´imbarcazione dei Vigili del Fuoco in località Grottoni, in area vietata all´accesso e al transito era motivata da ragioni di servizio e pertanto, ai sensi dell´art. 3 e 4 della legge n. 689/1981, non sono state ravvisate, in merito, responsabilità di carattere amministrativo da parte del personale in questione"
da Parks.it - http://www.parks.it/rassegna.stampa/dettaglio.php?id=11808

insomma... "chi mai la pagherà?": nessuno.


_________________
Che cosa c'é da aspettarsi da chi come me non sa adeguarsi a sette, mafiette, etichette? Mi piace sapermi diverso, piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi, nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi. Godo se penso all'amaro che mastica chi pronostica la fine della mia vitalità..
avatar
Visir
Admin

Messaggi : 323
Data d'iscrizione : 31.07.08
Età : 53
Località : Marina di Campo

Vedi il profilo dell'utente http://laltroparco.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: GIANNUTRI: le "leggerezze" di Gianfranco Fini

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum